Nominati nuovi vertici Ferrovie: Renato Mazzoncini ad, Gioia Ghezzi presidente

Renato Mazzoncini e Gioia Ghezzi sono rispettivamente il nuovo amministratore delegato e presidente di Ferrovie dello Stato. I nuovi vertici del gruppo per cui è stata avviata dal governo la privatizzazione sono stati nominati a stretto giro dopo le dimissioni dell'intero consiglio d'amministrazione di giovedì, cda ormai minato e diviso sul modello di privatizzazione da attuare con una profonda contrapposizione tra l'ad Michele Mario Elia e il presidente Marcello Messori.

Di intesa con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il ministero dell'Economia e delle Finanze ha tenuto in data odierna una assemblea di Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A. che, a seguito della decadenza del precedente consiglio di amministrazione della Società, ha deliberato la nomina del nuovo organo amministrativo di Ferrovie nelle persone di Gioia Ghezzi (Presidente), Daniela Carosio, Giuliano Frosini, Simonetta Giordani, Federico Lovadina, Renato Mazzoncini e Wanda Ternau

si legge in una nota diffusa dall'azionista Ministero dell'Economia e delle finanze. Il nuovo cda, sceso da 9 a 7 membri, sarà n carica per il triennio 2015-2017. L'assemblea ha invitato il nuovo consiglio a dare al nuovo ad Mazzoncini ampie deleghe operative.Mazzoncini, fino a ieri amministratore delegato della società di trasporto su gomma Busitalia, controllata da Ferrovie dello Stato, è uomo di grande esperienza e il suo nome era già tra i papabili la scorsa estate quando era sembrata vicina la nomina di un nuovo ceo per FS.

La presidenza di FS si tinge invece di rosa, come già per Eni (Marcegaglia) e Poste (Todini) e va a Gioia Ghezzi, già consigliere di amministrazione del gruppo da maggio del 2014. Tra i nomi dei successori di Messori era circolato anche quello di Simonetta Giordani anche lei consigliere d'amministrazione della holding.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail