In Italia il divertimento notturno vale 71 miliardi di euro | Video

Il business della night life a quanta pare non conosce crisi.

Business divertimento notturno

Il business della movida è uno dei pochi che non sente la crisi. È quanto emerge da un convegno che si sta svolgendo a Lecce, dal titolo "Tenera è la notte. Culture, diritti ed economia", al quale hanno preso parte anche il governatore della Puglia Michele Emiliano e il Ministro dell'Interno Angelino Alfano, oltre all'onorevole Sergio Pizzolante, che negli ultimi dieci anni si è occupato della nuova legislazione relativa al settore del turismo.

Il Salento e la Romagna sono due dei principali luoghi in Italia che attirano i turisti alla ricerca di divertimento notturno soprattutto d'estate, tra musica e locali e all'aperto, ma quest'anno sono stati loro malgrado protagonisti di due spiacevoli vicende che hanno visto la morte di due ragazzi proprio durante una serata "da sballo". Pizzolante ha annunciato che proprio dal Salento e dalla Romagna partirà un progetto che riguarderà tutta l'Italia per dimostrare che anche la notte può essere sicura, mettendo in evidenza quando il business dell'intrattenimento notturno possa essere ricco di lavoro e di imprese.

Dagli studi della Federazione Italiana Pubblici Esercizi emerge che la night life italiana occupa 1,4 milioni di lavoratori. Nel business del divertimento notturno sono inclusi ristoranti, iniziative culturali e attività commerciali. Nella sola fascia oraria compresa tra le 18 e le 6 del mattino l'anno scorso c'è stato un giro d'affari di 5,3 miliardi di euro tra bar, discoteche e altri tipi di locali. Questo giro d'affari ha contribuito anche al fatturato di 37 miliardi di negozi e centri commerciali e a quello da 17 miliardi della ristorazione. In totale il valore del business del divertimento notturno si aggira intorno ai 71 miliardi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail