Assunzioni in Ferrovie dello Stato: 500 nuovi posti di lavoro

offerte lavoro ferrovie

Nuove assunzioni in Ferrovie dello Stato dopo il recente accordo sottoscritto a Roma tra RFI-FS e i sindacati Cgil, Cisl, Uil, Fast e OrSA, per la riorganizzazione delle attività di manutenzione dell’infrastruttura ferroviaria italiana.

Il documento sottoscritto dall’azienda, prossima alla privatizzazione, e dalle organizzazioni sindacali prevede il riordino delle attività manutenzione internalizzate per gli impianti di segnalamento, trazione elettrica e lavori oltre all'introduzione di nuovi processi industriali, innestando una catena decisionale più snella.

E ancora si parla di introdurre nuove tecnologie, di aumento della produttività e appunto delle nuove offerte di lavoro con creazione di 500 posti per altrettante assunzioni.

Attraverso una rinnovata organizzazione industriale e grazie a competenze specialistiche, Ferrovie dello Stato punta al mantenimento in efficienza del network nazionale rafforzando però il ruolo che il trasporto ferroviario ha nel sistema dei trasporti italiano, sia per sicurezza che per sostenibilità ambientale.

Una innovativa organizzazione che sarà del tutto operativa da gennaio 2016. Come accennato si punta al miglioramento dei processi di pianificazione delle risorse tecniche ed economiche e ad accrescere la produttività con le nuove tecnologie, su tutte il Sistema Integrato Manutenzione Evoluta (SIME) che facilita i processi di assegnazione.

Poi si interverrà per una più efficiente esecuzione e consuntivazione delle attività e per il miglioramento della qualità dei servizi. Gli annunci di lavoro specifici saranno pubblicati nei prossimi mesi sul sito di Ferrovie dello Stato dove sarà possibile candidarsi online.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail