Padoan: "Misure umanitarie per le vittime del salva-banche"

Il ministro dell'Economia garantisce che il governo interverrà per aiutare le fasce più deboli dei risparmiatori.

Padoan su misure umanitarie per penalizzati da salva-banche

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha cercato di rassicurare i risparmiatori che sono stati penalizzati dal decreto cosiddetto "salva-banche" e ha detto che il governo è impegnato a studiare delle misure a sostegno delle fasce più deboli di risparmiatori che hanno subito conseguenze negative in seguito all'"operazione di risoluzione" delle quattro banche (Carife, CariChieti, Banca Marche e Banca Etruria).

Padoan ha presentato le soluzioni al problema creato da salva-banche come delle misure umanitarie, infatti ha detto:

"Non è un rimborso,ma un'operazione di natura umanitaria che riconosce lo stato di bisogno di una parte dei risparmiatori"

Dunque queste misure non potrebbero essere considerate degli aiuti di Stato da parte dell'Unione Europea che, ha spiegato il ministro, potrebbe avere da ridire se questa operazione di sostegno ai risparmiatori fosse considerata parte dell'operazione di risoluzione delle banche, ma non lo è, si tratta di due cose completamente separate.

Intanto dalle ultime riunioni tra il governo e la maggioranza sulla Finanziaria 2016 è emerso che l'esecutivo è intenzionato inserire il "pacchetto sicurezza" nella legge di Stabilità per essere coperto con maggiore spazio sul deficit.

In particolare, il governo Renzi vorrebbe presentare tutte le misure da subito, in modo da non procedere con un intervento in due tempi, utilizzando uno scostamento dello 0,2% sul deficit 2016 (3,2 miliardi), che invece di attestarsi al 2,2% l'anno prossimo raggiungerebbe il 2,4%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail