Assunzioni per 6.000 medici e infermieri

infermieri-cercasi.jpg

Assunzioni per 6.000 tra medici e infermieri, il 50% delle quali riguarderebbero la stabilizzazione di precari. Così prevede un emendamento del governo alla Legge di stabilità 2016 che punta a sbloccare le assunzioni nella sanità, come aveva annunciato il ministro della salute Beatrice Lorenzin che a fine novembre aveva parlato di:

Un concorso straordinario per l'assunzione di medici e infermieri, con una quota dei posti riservati alla stabilizzazione del personale precario

Le assunzioni servono anche per riempire i vuoti dovuti alle nuove norme sull'orario di lavoro del personale sanitario in vigore da poco che hanno portato, uniformemente alle regole Ue, il monte ore massimo settimanale da 60 a 48 ore, con singoli turni di 13 ore massimo intervallati da riposi di 11 ore.

Dove saranno prese le risorse? Per le assunzioni di circa 6mila tra medici e infermieri servono secondo una prima stima 300-350 milioni di euro. I fondi per assumere dovranno arrivare dal taglio delle pratiche di medicina difensiva, cioè dalla riduzione di esami diagnostici e prestazioni mediche non necessari, tenendo presente che le regioni devono barcamenarsi tra le procedure e le date per i concorsi per le assunzioni e l'emergenza di organico, vista la carenza di medici e infermieri di cui si soffre dopo l'applicazione dei nuovi orari di lavoro:

L'ipotesi su cui sta lavorando il Governo in queste ore prevede di autorizzare le Regioni a procedere con assunzioni a tempo determinato per un periodo di 3-6 mesi, quello necessario per portare a termine il concorso

ha spiegato all'Adnkronos Salute Federico Gelli, responsabile sanità del Partito Democratico e membro della Commissione affari sociali della Camera.

  • shares
  • +1
  • Mail