Canone Rai in bolletta: come chiedere l'esenzione

Come fare richiesta per l'esenzione dal Canone Rai, che tutti pagheranno in bolletta a partire dal 2016.

 Canone RAI in bolletta esenzione

Come chiedere l'esenzione del Canone Rai, che tra poco tutti pagheremo all'interno della bolletta della luce? Nonostante il cambio previsto dalla legge di stabilità 2016 - per cui il canone scende da 113 a 100 euro, ma sarà impossibile evaderlo - c'è un modo per chiedere l'esenzione dal pagamento.

E questo nonostante non sarà più possibile chiedere la cessazione dell'abbonamento per suggellamento, ovvero impacchettando il televisore e dimostrando non utilizzare mai il servizio. Perché, dopo l'approvazione della legge di stabilità, il canone dovrà essere pagato da tutti coloro i quali siano in possesso di un apparecchio che consenta di vedere contenuti televisivi indipendentemente dal fatto che ne faccia uso o meno.

Se quindi non avete la televisione o rientrate in uno dei seguenti casi di esenzione dovrete compilare il modulo in pdf che trovate qui:

Canone Rai 2016 Modulo Esenzione Agenzia Entrate

Ecco i casi in cui è possibile chiedere l'esenzione, come riportato dal sito Investire Oggi:


    - Soggetti con almeno 75 anni di età e reddito, sommato a quello del coniuge, che non superi 6.713,98 euro l’anno (Esenzione Canone Rai: per gli ultra 75enni aumentato limite di reddito)
    - Soggetti il cui canone sia stato versato già dal coniuge o convivente
    - Nelle case date in locazione qualora l’utenza dell’energia elettrica sia intestata al proprietario, la disponibilità degli apparecchi televisivi è soltanto degli inquilini
    - Immobili in cui non c’è televisore
    - In caso di seconda casa poichè, anche se il canone sarà addebitato solo sulle bollette dell’energia elettrica dell’abitazione principale del nucleo familiare, il tributo è dovuto una sola volta indipendentemente dagli immobili posseduti e dal numero di apparecchi televisivi in possesso.
  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: