Fiducia di imprese e consumatori in calo a dicembre

fiducia consumatori e imprese

La fiducia di consumatori e imprese è calo a dicembre 2015. Nell'ultimo mese dell'anno il clima di festa non sembra disporre all'ottimismo con l'indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane che scende su base mensile da 105,8 da 107,1. L'Istat spiega che nonostante sia in diminuzione, per il valore più basso da agosto, la fiducia delle imprese si mantiene su "livelli elevati".

I settori che mostrano le contrazioni maggiori sono quello delle costruzioni ma anche il commercio al dettaglio, con cali a 114,8 da 121,4 per il primo e a 109,1 da 115,0 per il secondo. Il clima di fiducia a dicembre cresce solo nei servizi di mercato (a 114,3 da 113,8) e leggermente nella manifattura (a 104,1 da 104,4).

L'indice del clima di fiducia dei consumatori invece sempre a dicembre 2015 cala a 117,6 da 118,4 del mese precedente, quando aveva toccato il massimo storico. In ogni caso in 12 mesi l'indice è aumentato di oltre 20 punti, fa sapere l'Istituto nazionale di statistica.

A dicembre tutte le stime delle componenti del clima di fiducia dei consumatori sono risultate in calo. A scendere di più la componente economica con i giudizi sulla situazione generale del Paese e corrente che calano rispettivamente a 152,9 da 157,9 e a 109,1 da 111,6 precedente. La La differenza invece è "più contenuta" per la componente personale; quella familiare scende a 104,5 da 105,0, quella futura a 127,3 da 128.

  • shares
  • +1
  • Mail