Mutui subprime: Goldman Sachs patteggia pagando 5 miliardi

gettyimages-465690892.jpg

La Goldman Sachs ha deciso di patteggiare con il Dipartimento di Giustizia americano per la vicenda legata alla cartolarizzazione dei mutui subprime, accettando di pagare una maxi multa di oltre 5 miliardi di dollari. La più grande banca d'affari del mondo ha quindi preferito pagare questa enorme multa per chiudere ogni pendenza relativa alle richieste danni. Le sanzioni civili da pagare subito ammontano complessivamente a 2,385 miliardi di dollari, mentre un'altra tranche da 875 milioni di dollari verrà versata successivamente. Ai consumatori danneggiati dalla bolla del 2006 andranno invece 1,8 miliardi.

Il CEO Lloyd Blankfein ha espresso la propria soddisfazione per l'accordo raggiunto: "Siamo lieti di aver raggiunto un accordo di principio". Anche in borsa la notizia è stata accolta positivamente perché il titolo di Goldman Sachs ha chiuso con un +1,42% nella giornata di giovedì sulla piazza di New York. Mercoledì prossimo Goldman Sachs pubblicherà tutti i conti nel dettaglio, ma ha già specificato che le sole spese legali peseranno per 1,5 miliardi di dollari sull'utile netto del quarto trimestre del 2015, che ammonta a 2,17 miliardi di dollari.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail