Yahoo! chiude ufficio a Milano: che fine faranno i dipendenti?

Askanews ha chiesto al gruppo californiano come saranno gestiti gli esuberi. Nelle prossime settimane di saprà di più.

Yahoo! è in crisi e deve chiudere alcuni dei suoi uffici in diverse città del mondo nell'ambito del piano di taglio dei costi deciso dai vertici del colosso internet. Tra gli uffici chiusi anche quello di Milano oltre a Dubai, Città del Messico, Buenos Aires e Madrid.

Il piano prevede esuberi pari al 15% della forza lavoro e la chiusura dei cinque uffici citati per risparmiare 400 milioni di dollari nel 2016 e tornare a una modesta crescita nel biennio successivo. Il gruppo americano ha comunicato la decisione ieri a mercati chiusi aggiungendo che valuterà "alternative strategiche". Il titolo di Yahoo! ha perso il 35% l'anno scorso. Ora la cessione di asset non strategici come brevetti e immobili potrebbe portare nelle casse della società 1-3 miliardi di dollari.

Askanews ha chiesto al gruppo che fine faranno i dipendenti dell’ufficio di Milano:

"come parte del nostro piano strategico, abbiamo preso una decisione difficile ma necessaria per ridurre la nostra forza lavoro in modo tale da allineare le risorse con maggiore efficacia e posizionare il gruppo per un futuro più forte (...) nelle settimane a venire (la societ, Ndr) fornirà maggiore chiarezza"

riguardo ai dipendenti colpiti dal taglio. Yahoo! chiudendo i cinque uffici vuole ridurre i suoi dipendenti portandoli a circa 9.000 unità (e meno di 1.000 contractor) per una forza lavoro per il 42% più piccola di quella del 2012. Evidentemente quanto fatto finora per rilanciare il gruppo non ha funzionato e Yahoo! potrebbe anche decidere di mettersi in vendita o cedere quantomeno le sue attività web (News e Mail) valutate dagli analisti in 3,9 miliardi di dollari.

La cura dell’amministratore delegato Marissa Mayer alla guida dell'azienda californiana da tre anni e mezzo, non ha avuto gli effetti sperati e ora esuberi e riduzione dei costi rendono Yahoo! più attraente per chi volesse acquisirla, in passato il gigante delle tlc Verizon ad esempio aveva mostrato interesse.

Yahoo! ha chiuso il quarto trimestre 2015 con una perdita di 4,435 miliardi di dollari a causa della svalutazione di vari asset tra cui Tumblr. Tutto il 2015 ha visto una perdita per 4,351 miliardi a fronte di utili per 7,532 miliardi del 2014. Il fatturato è salito del 7,57% a 4,968 miliardi.

Yahoo! in crisi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail