Banca Etruria dichiarata insolvente

banca-etruria stato di insolvenza

Aggiornamento 11 febbraio 2016 ore 12.00 - Banca Etruria (il vecchio istituto fallito e salvato con il bail-in) è stata dichiarata insolvente dal collegio fallimentare del tribunale di Arezzo cui il commissario Giuseppe Santoni aveva avanzato la richiesta. L'eccezione di costituzionalità sul decreto Salva Banche presentata dai legali di Lorenzo Rosi, ultimo presidente della banca in default per oltre 1,1 mld, sono state rigettate.

Banca Etruria: udienza sullo stato di insolvenza ad Arezzo

8 febbraio 2016

Banca Etruria in aula. Questa mattina presso il tribunale di Arezzo, in corte d’Assise, è iniziata l'udienza sulla richiesta di stato di insolvenza della banca, una delle quattro fallite e salvate per decreto dal governo tramite il meccanismo del bail-in, il salvataggio interno degli istituti, cioè a carico dei clienti e non dell’autorità statale.

Bail-in che com’è noto è costato la perdita dei propri risparmi ai titolari di obbligazioni subordinate: chi è stato truffato ora dovrà essere risarcito, si attendono i decreti del governo sulla procedura di arbitrato.

Per Banca Etruria, come ricorda ItaliaOggi di tratta di un default da 1,167 mld di euro. La richiesta di stato di insolvenza è stata presentata dal commissario liquidatore Giuseppe Santoni. La sentenza con ogni probabilità non arriverà oggi secondo Il Messaggero, sentenza che ovviamente influirà anche sull'inchiesta giudiziaria.

Gli avvocati dell'ex presidente di Banca Etruria, Lorenzo Rosi proveranno a sollevare una questione di illegittimità del decreto sul bail-in: se dovesse essere ritenuta non manifestamente infondata dal collegio l'udienza verrebbe sospesa e gli atti rimessi alla Corte costituzionale. In caso contrario i giudici entreranno nel merito delle questione ed emetteranno sentenza.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail