UE: controversie per acquisti online risolvibili online

Le controversie tra consumatore e venditore per acquisti online sono risolvibili sul web in meno di 90 giorni. Su ItaliaOggi si legge che da ieri 15 febbraio 2016 è attiva la nuova piattaforma europea ODR che offre il suo soccorso sia ai consumatori sia ai commercianti per mettere fine a controversie derivanti dall'acquisto di prodotti e servizi su internet.

La piattaforma ODR, Online Dispute Resolution, è uno sportello unico dove acquirenti e operatori commerciali dei paesi appartenenti all’Unione europea possono risolvere vertenze relative ad acquisti eseguiti sui portali e siti web commerciali nel proprio paese o all’estero.

La piattaforma è accessibile da ogni dispositivo mobile (oltre a notebook quindi anche smartphone e tablet), inoltre prevede la possibilità di portare a termine tutta la procedura online e la traduzione della controversie tra soggetti di differente nazionalità grazie all’opzione multilingue.

I dettagli della controversie vengono inviati anche agli organismi di risoluzione alternativa (Adr) collegati alla piattaforma scelti dagli Stati membri in base a rigidi criteri di qualità; le informazioni infine giungeranno alla Commissione europea. Gli Stati Ue devono fornire un elenco degli organismi Adr che offrono procedure alternative per la risoluzione delle controversie. A oggi tali organismi sono 117, appartenenti a 17 paesi europei.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail