Multa Siae per cellulare che diffonde musica dal parrucchiere

multa siae cellulare con suoneria canzone

Aggiornamento 27 febbraio 2016, ore 8.15 - Non era la suoneria di un telefono di una dipendente, come riportato erroneamente da alcuni quotidiani, ma nel salone del parrucchiere in questione c'era un cellulare che non stava squillando ma diffondeva invece musica collegato a delle casse. Ecco perché la Siae ha elevato la multa.

Suoneria del cellulare è una canzone: multa Siae

26 febbraio 2016
Le è squillato il telefono, con la suoneria di una nota canzone, e gli ispettori della Siae hanno elevato una multa per aver "diffuso musica in un pubblico esercizio senza aver pagato i diritti d'autore".

Accade a Fiorano Modenese in un salone di un parrucchiere. Il caso ha voluto che a una dipendente del salone sia squillato il cellulare proprio durante un controllo dei funzionari della Siae sulla radiodiffusione nel locale.

Gli ispettori non hanno perso tempo e hanno subito elevato una multa a carico del titolare del salone, un uomo di 68 anni, che secondo i controlli aveva cessato di pagare la quota annuale di 170 euro alla Siae, a suo dire perché, che la musica era sempre coperta dal rumore dei phon.

Giustificazione che non ha convinto gli ispettori che hanno comminato la sanzione. Per la cronaca, dal verbale della Siae risulta che la suoneria non era un motivo latino americano come era parso all'inizio ma la hit "Love to Love You Baby" di Donna Summer.

Cosa fa la Siae

La Società italiana autori ed editori è un ente pubblico economico di tipo associativo istituto per la protezione e l'esercizio dell'intermediazione dei diritti d'autore. Esercita per conto dello Stato, di enti pubblici o privati, servizi di accertamento e di riscossione di tasse, contributi e diritti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail