L'Europa vola con un solo motore: Standard e Poor's taglia stime di crescita

Standard & Poor's

L'agenzia di rating internazionale Standard and Poor's riduce le stime di crescita dell'Eurozona, per un Pil rivisto al ribasso all'1,5% nel 2016, contro l'1,8% delle previsioni di novembre. Per il 2017 invece l'economia dell'area dovrebbe crescere dell'1,6%. Una revisione legata alla crisi delle economie emergenti.

Nel rapporto presentato da S&P il capo economista dell'agenzia di rating Jean-Michel Six paragona i 19 Paesi della zona euro a un aereo che "vola con un solo motore" e che deve "combatte per restare in quota". Non a caso la Banca centrale europea ha rafforzato e allungato il suo programma di allentamento quantitativo per sostenere la crescita e far salire l'inflazione.

Per Standard and Poor's tuttavia è improbabile che Eurolondia riguadagni "la rotta pre-crisi" caratterizzata da un elevato livello di crescita economica, anche se ci sono motivi che fanno ben sperare sul fatto che l'economia recupererà quota.

Six ha spiegato alla Cnbc che le turbolenza dei mercati hanno provocato una "picchiata nelle condizioni economiche" della zona euro, condizioni che anche se migliorate, in virtù della "ben accolta" politica monetaria espansiva della Bce, non bastano, perché l'area euro è ancora troppo legata ai consumi interni per la crescita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail