Istat: in 200mila famiglie lavora solo la madre

in famiglia lavora solo donna

In Italia in 200mila coppie con figli lavora solo la madre mentre mentre il padre è disoccupato. Così secondo le tabelle diffuse dall'Istat che incrociano, aggiornandoli al 2015, i dati sulla situazione lavorativa e quella di nuclei familiari con un'età compresa tra i 25 e i 64 anni.

Le coppie in cui l'uomo "sta a casa" perché senza lavoro e a portare avanti la baracca è la donna sono in crescita del 4,2% nel 2015 rispetto all'anno precedente, quando in valore assoluto le famiglie con queste caratteristiche erano 192mila.

Sempre secondo l'Istat sono poi in calo i nuclei familiari senza redditi da lavoro, ma il totale supera ancora la soglia del milione, dato comunque in flessione del 7,5% (-89mila) sul 2014, quando si toccava quota 1 milione e 181mila famiglie.

Le tavole che incrociano stato occupazionale e familiare descrivono per il 2015 un milione e 92 mila nuclei, inclusi quelle di un solo individuo, dove tutti i componenti attivi in condizione di offrisi sul mercato del lavoro sono disoccupati. In questi casi se c'è reddito vuol dire c'è arriva da altre fonti e non dal lavoro.

  • shares
  • +1
  • Mail