Dolce e Gabbana crescono: 3 negozi in apertura

Dolce&Gabbana vogliono di più: sarà loro il mega negozio situato all’angolo di piazza San Babila a Milano, fin’ora occupato da Upim, la nota catena di grandi magazzini presenti su tutto il territorio italiano. Entro i primi mesi del 2008 è prevista l’apertura di un enorme spazio commerciale (2.700 metri quadrati) dedicato alla linea giovani. Ma non è tutto. I due stilisti, infatti, non si accontentano di aver quasi monopolizzato il quadrilatero della moda milanese, ma si sono aggiudicati anche un nuovo spazio situato nel nascente quartiere Santa Giulia, alle porte di Milano.

Ieri, infatti, i due stilisti hanno annunciato di aver concluso un accordo per l’apertura di due boutique firmate Dolce&Gabbana e D&G che sorgeranno nella Promenade Commerciale che si affaccia sulla Luxury Square, area che ospiterà altri noti brand del lusso della moda internazionale ma anche italiani. La piazza commerciale è stata progettata dal famoso architetto Norman Foster e si estenderà su una superficie di 10.000 mq.
Nel dettaglio:
· il marchio Dolce&Gabbana sarà situato al centro della Luxury Square, con 1.000 metri quadri di negozio e con oltre 20 mq di spazio vetrine
· il marchio D&G sarà invece ubicato lungo la Promenade in posizione centrale vicino alla Rinascente e sarà grande circa 750 mq.
A proposito Cristina Ruella, direttore degli affari generali di Dolce&Gabbana e membro del consiglio di amministrazione dell’azienda dice che «L’esperienza di shopping che si può fare a Milano è abbastanza unica nel suo genere: i negozi sono concentrati nel centro storico e questo ha il suo fascino. Ma allo stesso tempo è un limite: gli spazi disponibili sono praticamente finiti. Aprendo a Milano Santa Giulia proseguiamo sulla strada della crescita e abbracciamo una visione futuristica della città. Quello del Risanamento è un progetto innovativo, di cui Milano a questo punto del suo sviluppo aveva bisogno. Consideriamo Santa Giulia parte della piazza milanese a tutti gli effetti. Nelle nuove boutique, che apriranno entro il 2010 ci sarà la stessa offerta di quelle del centro storico: del resto i canoni di locazione sono paragonabili a quelli del centro storico della città». D’altronde anche Stefano Gabbana e Domenico Dolce dichiarano soddisfatti della scelta che hanno fatto affermando che «Crediamo in questo progetto e abbiamo deciso di sostenerlo perché amiamo Milano e siamo convinti che, come molte altre grandi città hanno già fatto, debba darsi nuove aree vitali, dove far confluire non solo attività commerciali ma anche cultura, divertimento e sport. Spazi in cui tutti, specialmente i giovani , possano trovare una soluzione abitativa coerente con i l loro stile di vita, dove accessibilità ai servizi e pluralità nella scelta sono le parole chiave. Se vogliamo che Milano cresca dobbiamo darle lo spazio per farlo».
(V.articolo correlato).

Non ci resta che aspettare. Per gli amanti del brand Dolce e Gabbana, dunque, si può dare inizio alle danze, non un solo punto vendita ma addirittura tre. E che dire riguardo alle dimensioni dei negozi? C’è da perdersi. Speriamo almeno di non perdere il portafoglio!

  • shares
  • +1
  • Mail