Protestati, Lumsa: le banche concedano una seconda possibilità

prestiti ai protestati

Il problema del difficile accesso al credito bancario da parte di imprese e privati cittadini è noto a tutti, ancor di più a chi è entrato nella lista nera dei protestati. Per loro avere un’altra possibilità risulta praticamente impossibile.

“Attuare il Giubileo indetto da Papa Francesco” nel mondo delle banche significa

“dare una seconda chance agli individui che hanno progetti promettenti, ma non hanno una storia creditizia o le garanzie per poter essere reputati meritevoli di credito e attrarre finanziatori"

così spiega un comunicato dell'università cattolica Lumsa che nel quadro delle sue iniziative giubilari lancia il tema della "misericordia sostenibile". L’appello è con ogni probabilità destinato a cadere nel vuoto ma dà la cifra di un impegno che cerca di non dimenticare problemi a cui le istituzioni civili dovrebbero dare risposta.

Il convegno “Sustainable Mercy in Finance" è stato organizzato dalla Lumsa con il Cerbe, l'Associazione Nazionale fra le Banche Popolari e l'International Research Center on Cooperative Finance (HEC, Montreal). Il convegno ospiterà anche la tavola rotonda: "Banks Regulation, Business Models and Sustainable Mercy in Finance".

Tra i relatori il rettore della Lumsa, professor Francesco Bonino, il prorettore alla didattica e al diritto allo studio Giovanni Ferri ed economisti internazionali come Monique Leroux, presidente della International Cooperative Alliance e a lungo presidente del Gruppo bancario Desjardins, una delle maggiori banche cooperative del mondo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail