Morsa da un cane randagio mentre corre: no al risarcimento

Un’attrice è stata morsa da un cane randagio mente faceva jogging chiedendo poi un risarcimento negatole dal tribunale di Cagliari perché la donna “non ha fornito prove adeguate”. La vicenda è accaduta a Quartu S.Elena (Ca). La legge regionale obbliga solo le Asl alla vigilanza sui cani randagi, come spiega l'Associazione nazionale medici veterinari italiani. I comuni hanno solo l'onere di gestire i canili comunali, una volta che i cani vi vengono ospitati dopo essere stati identificati e presi in strada dal personale dei servizi sanitari delle Asl.

Quindi è il servizio veterinario delle aziende sanitarie a essere tenuto al controllo del randagismo. Per chiedere l'indennizzo dopo il morso di un cane randagio deve prima essere verificata la norma regionale e capire cosa prevede per contrastare il fenomeno. Il tribunale di Cagliari ha precisato che è la Regione che può decidere la divisone di competenze tra le Asl o Comune. In ogni caso il diritto al risarcimento per i danni riportati dopo l’aggressione del cane randagio spetta una volta dimostrato che il fatto si è verificato nel centro abitato dove le autorità hanno obblighi di prevenzione e di controllo. Comune e Asl non hanno più obbligo di vigilanza fuori dall’area urbana, al di là dei danni riportati.

Il tribunale di Cagliari nella sentenza emessa spiega che

se può ritenersi provato che l’attrice sia stata aggredita da un cane randagio, non risulta individuato un comportamento colposo ascrivibile all’ente pubblico, fonte della responsabilità risarcitoria invocata dalla appellante. Nessuna prova è stata, infatti, introdotta in causa circa la violazione di misure cautelari a opera dell’ente sanitario non risultando neppure dedotta la presenza, in precedenza, di cani randagi in quei luoghi (tali da costituire un pericolo per gli utenti della strada) ovvero che la stessa località fosse stata teatro di analoghi episodi tali da allertare le autorità preposte. Nel caso di specie, inoltre, è emerso che il cane poco prima dell’aggressione si trovava all’interno di un terreno recintato di proprietà privata.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail