Patente a punti: i minori fanno il loro ingresso in autostrada

Patente a 16 anni Foglio rosa a 16 anni e multe da capogiro per i trasgressori dei limiti di velocità, ecco quel che sarà del codice della strada. Con il benestare della Camera sono infatti stati approvati alcuni significativi emendamenti al Disegno di legge in materia di sicurezza autostradale.

L’ingresso dei minori al mondo delle 4 ruote ha suscitato non poche polemiche sebbene siano state accuratamente disciplinate le modalità di richiesta del foglio rosa da parte di un genitore/tutore maggiorenne. I giovanissimi aspiranti alla patente potranno naturalmente guidare solo se affiancati da chi abbia un’esperienza di almeno dieci anni e senza altri passeggeri a bordo. Inoltre il minore dovrà precedentemente sostenere almeno dieci ore di scuola guida, di cui quattro su autostrada e due di notte.

Queste le limitazioni previste dalla normativa in approvazione:

Il testo prevede, infatti, una serie di limitazioni:


  • bisognerà essere già in possesso di una patente di categoria A;

  • si potranno guidare "autoveicoli di massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 t (con esclusione del traino di qualunque tipo di rimorchio);

  • ci si potrà esercitare solo se accompagnati da una persona in possesso di patente di categoria B o superiore da almeno dieci anni;

  • il veicolo dovrà avere un rapporto potenza/tara fino a 60 kW/t;

  • per esercitarsi occorrerà l'autorizzazione della motorizzazione civile, rilasciata su istanza di uno dei genitori;

  • ci si potrà esercitare alla guida solo dopo aver fatto dieci ore di corso pratico di guida presso un'autoscuola, di cui quattro ore in autostrada o su strade extraurbane e due in ore notturne;

  • sul veicolo non potrà prendere posto nessun altro, all'infuori, ovviamente, del conducente e dell'accompagnatore;

  • il veicolo dovrà essere munito di un nuovo contrassegno con le lettere "GA".

Altre novità significative riguardano l’inasprimento delle sanzioni per l’eccesso di velocità, per guida in stato di ebbrezza e per chi utilizza il cellulare senza auricolare né viva voce. Alla conclusione della discussione nell’aula di Montecitorio il Disegno di legge passerà al vaglio del Senato con proposte di sanzioni nell’ordine dei:

  • 370/1.450 Euro per infrazioni oltre i 40/60 Km/h con ritiro della patente tra i 3 e i 6 mesi

  • 500/2.000 Euro per infrazioni oltre i 60 Km/h con ritiro della patente tra i 6 e i 12 mesi


Viene riproposta con alcune modifiche la reintroduzione della liberalizzazione della componentistica auto, inizialmente contenuta nel cosiddetto decreto Bersani ma poi stralciata da quel provvedimento. L'acquisto di pezzi di ricambio alternativi alle case madri di produzione dell'auto saranno possibili solo per quelle parti del veicolo non considerate "sensibili" mentre sarà comunque necessaria la certificazione della motorizzazione civile o di enti riconosciuti dallo stato per il collaudo.

Queste le misure previste dal disegno di legge e sapientemente illustrate dal Sole 24 Ore:

I motorini truccati

Inasprite le pene pecuniarie per chi modifica i «cinquantini»: chi fabbricherà o venderà ciclomotori che oltrepassino il limite di 45 chilometri all'ora rischia di pagare da mille a 4mila euro di sanzione amministrativa, mentre chi li modifica dovrà sborsare una cifra che varia da 148 a 594 euro

Scuola di guida notturna

Anche per la patente B saranno necessarie esercitazioni di guida in autostrade o in strade extraurbane che abbiano almeno due corsie per ogni senso di marcia e nelle ore notturne

Sanzioni più pesanti

Previste multe più severe: per chi infrange i limiti dai 40 ai 60 chilometri l'ora in più sono previste sanzioni dai 370 ai 1.450 euro e la sospensione delle patente da tre a sei mesi
Chi invece infrange i limiti di oltre 60 chilometri l'ora rischia multe da 500 a 2mila euro e la sospensione della patente da sei a 12 mesi
Le sanzioni sono raddoppiate se si è alla guida di un tir o di un autobus
Per chi guida senza patente è previsto l'arresto

L'apprendistato a 16 anni

Per chi ha già la patente A e ha dai 16 ai 18 anni di età viene introdotta una forma di apprendistato con un tutor che sia in possesso di patente B da almeno dieci anni.

Telefonino

L'uso del telefonino, attualmente punito con la sanzione di 70 euro e la decurtazione di cinque punti, verrà punito con il pagamento di una multa da 148, la decurtazione di cinque punti e la sospensione della patente da uno a tre mesi. Alla seconda violazione in un biennio la sospensione della patente salirà, da due a sei mesi.

  • shares
  • +1
  • Mail