Bonus ai docenti "più bravi": decide solo il preside

bonus insegnanti 2016

I docenti più bravi saranno premiati dal preside della scuola in cui insegnano che avrà a disposizione una dote media pari a 23.000 euro. Lo precisa la circolare ad hoc del Ministero dell'Istruzione che esplicita le modalità applicative di una delle novità della riforma denominata Buona Scuola. La circolare, scrive ItaliaOggi, è stata firmata ieri e sarà inviata questa mattina a tutte le scuole d’Italia.

Nessuna trattativa con i sindacati per valutare i docenti più meritevoli, sarà il dirigente a decidere se attribuire il bonus e a quali insegnanti sulla base dei criteri del comitato interno di valutazione. Per il Miur i rappresentanti sindacali di ogni singola istituzione scolastica non devono avere voce in capitolo.

Solo il preside dovrà individuare i migliori insegnanti e assegnare loro il bonus, il ministero precisa che comunque il dirigente dovrà garantire il coinvolgimento di tutta la comunità scolastica ma in realtà la decisone finale spetta sempre e solo a lui.

Lo stesso preside a sua volta sarà valutato, anche in relazione ai criteri di assegnazione del bonus che non prevede un fondo a pioggia e non dovrà poggiare su un'attribuzione troppo individualizzata che potrebbe far nascere dei sospetti. Dopo questa fase sperimentale, il Ministero dell'Istruzione dovrà stabilire quali sono state le pratiche migliori per la gestione del bonus.

  • shares
  • Mail