La BCE lascia i tassi al minimo storico, ampliato piano di acquisti

tesoretto spread italia

Tutto come previsto. La Bce ha lasciato invariato il costo del denaro con i tassi d'interesse che restano al minimo storico. Il tasso di riferimento principale resta pari allo 0% mentre quello di rifinanziamento marginale rimane allo 0,25%.

Resta negativo il tasso sui depositi, a -0,40%. Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea inoltre comincia di aver "avviato l'espansione degli acquisti mensili a 80 miliardi di euro" dai 60 precedenti, spiegano o come l'attenzione "ora è sull'implementazione delle misure supplementari non convenzionali" decise durante l'ultimo board.

Gli analisti si aspettavano che i tassi rimanessero ai minimi dopo il taglio del 10 marzo scorso. Con queste misure e l'ampliamento del quantitative easing l'Eurotower prova a dare slancio alle ripresa e a far risalire l'inflazione che nell'area euro si aggira attorno allo zero e che dovrebbe arrivare poco sotto il 2%.

Nelle ultime settimane il governatore della Bce Mario Draghi è stato attaccato dalla Germania, per bocca del ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble, che ascrive alla politica monetaria espansiva dell'istituto centrale parte del successo elettorale del movimento euroscettico di destra tedesco "Alternative fuer Deutschland".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail