Equitalia: uffici aperti di pomeriggio, piattaforma unica e pagamenti online

Equitalia da oggi 26 aprile 2016 aprirà i suoi sportelli al pubblico anche al pomeriggio . Nelle principali città italiane gli uffici resteranno operativi fino alle ore 15:15 anziché alle 13: 15. Sarà così per gli sportelli di Roma (via Colombo, via Togliatti, via Aurelia), Napoli (Corso Meridionale), Milano (viale dell’Innovazione, via San Gregorio) e Torino (via Alfieri) per tagliare le file e diminuire i tempi d’attesa.

Nel 2015 l'agenzia nazionale di riscossione ha registrato un aumento dell'affluenza del 10% rispetto all'anno precedente, per 5 milioni di contribuenti. Sono 203 gli sportelli di Equitalia presenti in tutte le regioni, esclusa la Sicilia. Solo a Roma i dati sull'affluenza dell'anno scosse parlo di quasi 500mila accessi (497mila) nelle sedi che ora saranno aperte fino alle 15 e un quarto. Equitalia inoltre si accinge a creare una piattaforma internet unica per tutti gli sportelli: tramite un applicativo informatico ogni ufficio d’Italia potrà fornire più risposte e soluzioni più celeri anche ai contribuenti che risiedono in un’altra città.

I contribuenti che devono solo pagare cartelle, avvisi o bollettini di rateizzazione, potranno rivolgersi a sportelli bancari, uffici postali, e anche a punti Sisal, Lottomatica e tabaccai convenzionati con banca Itb. I pagamenti potranno essere essere effettuati anche da casa con il proprio servizio di home banking o direttamente sul sito www.gruppoequitalia.it.

Dall'Area Riservata del sito Equitalia si può prendere contezza anche della la propria situazione debitoria, delle procedure di riscossione in corso, e si possono anche avanzate richieste di rateizzazione fino a 50mila euro e di sospensione della riscossione nei casi previsti dalla legge.

E ancora, nella sezione Contatti e sportelli si possono vedere quali sono gli uffici di Equitalia più vicini e si può spedire una email al servizio contribuenti per ricevere informazioni e assistenza. Con lo Sportello telematico dedicato, della sezione Associazioni e Ordini, i professionisti, appartenenti alle organizzazioni con le quali Equitalia ha sottoscritto una convenzione possono trasmettere direttamente le richieste per conto dei propri assistiti.

Riforma di Equitalia

Con la legge delega sulla riforma fiscale il governo vuole cambiare la riscossione coattiva delle somme iscritte a ruolo, quel meccanismo che permette allo Stato di incassare un credito, con conseguenti pignoramenti. Sarà istituito, come si spiega nel video in alto, un mini-ruolo per la piccole somme di 1.000-2.000 euro che eviterà l'arrivo della cartella esattoriale.

Un call center solleciterà il pagamento con un richiamo verbale, poi sarò la volta di inviti bonari e solo in ultima istanza partiranno cartelle e procedure esecutive di riscossione. La riforma prevede anche lo scorporo di Equitalia, che riscuote i crediti del Fisco, dall'Agenzia di riscossione, che esegue l'accertamento e iscrive la persona nell'elenco dei debitori. Il nuovo esattore dovrebbe diventare insomma un'agenzia autonoma e indipendente, con un ruolo più centrato sul servizio pubblico che non di natura privatistica, come spiega Askanews.

pagamento cartella equitalia

Vota l'articolo:
4.17 su 5.00 basato su 6 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO