Addio alla banconota da 500 euro

509756802.jpg

Nel consiglio direttivo della Banca Centrale Europea (BCE) del 4 maggio 2016 l'organo monetario centrale dell'Unione Europea deciderà le modalità in cui l’abolizione della banconota da 500 euro verrà eseguita.

Un'anticipazione di un servizio pubblicato sul Handelsblatt, che cita fonti finanziarie interne, confermerebbe quanto già circola da diverse settimane, e cioè che la Bce non solo starebbe cercando di abolire la banconota da 500 euro (questo è noto da tempo) ma che la decisione potrebbe essere presa a stretto giro. Già nel 2015 si era parlato di una guerra al denaro contante per due scopi precisi: spingere in territorio negativo i tassi di interesse sui conti correnti e combattere l'evasione fiscale, il terrorismo e il riciclaggio di denaro.

Secondo la stampa tedesca la spinta decisiva per la cancellazione delle banconote da 500 euro sarebbe stata impressa dal presidente Mario Draghi: inizialmente la Bundesbank si era opposta, ma secondo la stampa la volontà di Draghi avrebbe sciolto le ostilità.

Non ci sono notizie più precise, se non qualche anticipazione che a macchia di leopardo si può trovare qui e là: ad esempio Il Foglio scrive da tempo che le modalità di abolizione non sono state stabilite, ma di sicuro sarà possibile effettuare il cambio illimitato nel tempo della banconota da 500 euro presso la Banca Centrale, così confermato sembrerebbe come il mantenimento del suo status di “mezzo di pagamento”: i negozi, quindi, continueranno ad accettarla, ma la produzione verrà interrotta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail