FMI: il Pil Italiano cresce del 1,1% ma la ripresa resta modesta

christine-lagarde.jpg

Il Fondo Monetario Internazionale ha rivisto al rialzo alcune le previsioni di crescita per l'Italia: secondo l'FMI il Pil italiano salirà nel 2016 dell'1,1% (dal precedente 1%) e nel 2017 e 2018 dell'1,25% (dall'1,1% precedentemente stimato).

La ripresa rimarrebbe tuttavia "modesta" e le stime del FMI stimano che il ritorno a livelli di produzione pre-crisi (2007) verrà verso alla metà degli anni 2020: "i rischi sono orientati al ribasso" per "la volatilità dei mercati finanziari, il rischio Brexit e l'emergenza immigrazione" spiega il Fondo.

Per il debito pubblico è invece previsto un miglioramento nei prossimi anni, una stima tuttavia vincolata agli obiettivi a medio termine di bilancio.

"Il raggiungimento degli obiettivi di bilancio e la creazione di un margine per abbassare in modo significativo il cuneo fiscale ancora elevato potrebbe richiedere difficili scelte politiche, riguardanti possibilmente anche gli alti livelli di spesa sociale e l'introduzione di una moderna tassa sugli immobili. È importante non compromettere la sostenibilità del sistema pensionistico".

  • shares
  • +1
  • Mail