Disoccupazione in aumento all'11,7%, giovanile al 36,9%

Lavoro disoccupazione  occupazione

Il tasso di disoccupazione risale leggermente ad aprile all’11,7%, +0,1 punti percentuali su marzo, secondo i dati Istat diffusi oggi. L'aumento su base mensile della disoccupazione è imputabile solo alla componente femminile (+4,2%) mentre si registra un leggero calo per quella maschile (-0,4%). Il tasso di disoccupazione femminile cresce di 0,4 punti percentuali, al 12,8%, quello maschile cala di 0,1 punti attestandosi al 10,8%.

In crescita anche la disoccupazione giovanile, nella fascia dei 15-24enni il tasso tocca il 36,9%, in aumento di 0,2 punti percentuali sul precedente mese di marzo. L'incidenza dei giovani disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di età è pari al 9,8%, incidenza in crescita dello 0,2% rispetto a marzo.

L'Istat segnala tuttavia che dopo l'incremento dello 0,3% di marzo, ad aprile c'è da segnare un nuovo aumento, dello 0,2%, degli occupati, +51mila unità in valore assoluto. Aumento che è relativo sia ai lavoratori dipendenti (+35 mila i permanenti e stabili quelli a tempo) sia gli indipendenti (+16 mila).

Il tasso di occupazione generale sale di 0,2 punti percentuali sul mese precedente per portarsi al 56,9%. Ad aprile però anche tra i 15-24enni cresce dello 0,2% il tasso di occupazione mentre cala di 0,4 punti il tasso di inattività.

Per le rimanenti classi di età sempre ad aprile il tasso di occupazione cresce dello 0,3% tra i 25-34enni e di 0,1 punti tra gli over 35 mentre scende il tasso di inattività di 0,4 punti tra i 35-49enni e di 0,2 punti tra i 25-34 anni e 50-64enni. Il tasso di disoccupazione diminuisce dello 0,2% tra i 25-34enni, sale invece dello 0,3% tra i 35-49enni e rimane stazionario tra gli over 50.

  • shares
  • +1
  • Mail