Il frigorifero low-cost che congela prezzi ed emissioni

Frigorifero a basso consumo Si chiama FreeAire e si basa sullo sfruttamento della temperatura esterna evitandosi l’inutile fatica di raffreddare un ambiente riscaldato isolato dall’atmosfera fredda circostante.

Il funzionamento e' semplice: usare una ventola e un tubo per portare l'aria fresca, presa dall'esterno, all'interno. Il risparmio si ha perché spostare l'aria richiede meno energia che comprimere i gas del sistema di refrigerazione.
In generale, la ventola e' meno rumorosa del compressore, si riduce quindi anche il fastidio del rumore delle celle frigorifere. Una centralina analizza l'aria in ingresso e regola il flusso.

Come potete vedere dalla tabella dei costi sul sito ufficiale FreeAire, il sistema si ripaga in due anni e da quel punto in avanti consente un notevole risparmio energetico (economico).
Per adesso il sistema e' disponibile solo per clienti industriali (grande distribuzione, server farm...) Agli utenti domestici resta solo l'opzione di murare una cella frigorifera sul lato nord della casa, nello stile Fria o di usare uno scambiatore di calore fai da te.

  • shares
  • Mail