Tasse record in Italia: pressione fisco al 43,5%, più di Eurolandia e USA

Tasse recordo italia palazzo chigi

Tasse da record in Italia, con i contribuenti che sono i più vessati d’Europa e pagano più imposte e gabelle anche rispetto agli Stati Uniti. Così dice uno studio di Unimpresa (basato su elaborazioni di dati Bankitalia) che ricorda come la pressione fiscale sia salita dal 39% del 2005 al 43,5% nel 2015. Nello stesso periodo nella media dell'area euro il peso del fisco è passato dal 39,4% al 41,% e il debito dal 62,1% all'83,3%.

In Germania la pressione fiscale, sempre nel periodo 2005-2015, è salita dal 38,4% al 39,6% del pil e il debito pubblico dal 66,9% al 71,2%; in Gran Bretagna, il peso del fisco è passato dal 35,7% al 34,8% e il debito dal 41,5% all'89,2%. Oltreoceano, negli StatiUniti, il prelievo fiscale è rimasto praticamente invariato, dal 26,3% al 26,4% con il debito salito dal 66,9% al 113,6% del pil. Unimpresa spiega che nonostante l'aggravio fiscale e il contestuale incremento delle entrate in Italia non c’è stato però un miglioramento dei conti pubblici.

Negli ultimi 10 anni, famiglie e imprese hanno solo conosciuto, o meglio subìto, il peso delle tasse senza riscontrare un andamento virtuoso del bilancio pubblico: la pressione fiscale era al 39,1% del pil nel 2005 per salire progressivamente al 43,5% nel 2015; gli incassi per le casse statali contemporaneamente sono saliti dal 42,5% del pil al 47,6% ma tutto ciò non si è tradotto in un contenimento del debito, salito al 132,7% del pil nel 2015 rispetto al 101,9% del 2005.

Il Centro studi di Unimpresa registra per l’Italia anche il livello più alto per le imposte sui consumi, con l'aliquota massima Iva al 22%; per le imposte personali sul reddito, con un'aliquota massima Irpef al 48,9%, e per le imposte sul reddito delle società, con un'aliquota massima Ires al 31,4%. Nel 2105 tra l’altro è stato toccato il record del periodo preso in considerazione per il rapporto tra debito e pil: al 132,7%, dal 101,9% del 2005, livello di parecchio superiore alla media registrata in Europa e negli Stati Uniti.

Vota l'articolo:
4.04 su 5.00 basato su 25 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO