Saldi estivi 2016 dal 2 luglio. Codacons: vanno aboliti

saldi estivi 2016

I saldi estivi 2016 inizieranno il 2 luglio prossimo in tutte le città, per la prima volta con una data unica su tutto il territorio tranne che per la Sicilia. Ma secondo il Codacons "la data di inizio dei saldi è puramente formale e simbolica e oramai da anni non trova più alcun riscontro nella realtà" considerando anche che un negozio su tre si organizza per anticipare gli sconti.

"Sono sempre più numerosi i negozi che anticipano l’avvio degli sconti di fine stagione proponendo, prima della partenza ufficiale dei saldi, ribassi sul prezzo direttamente ai consumatori in fase di acquisto o accettando le richieste di sconti dei cittadini, oppure inviando mail e sms ai clienti fidati" spiega il presidente dell'associazione dei consumatori Marco Maria Donzelli.

Il fenomeno questo dell'anticipo dei saldi estivi secondo il Codacons che si è intensificato nel corso degli anni come conseguenza delle crisi economica e del commercio "al punto che in media 1 negozio su 3 applica i saldi in anticipo".

"Questo avviene perché gli sconti di fine stagione sono superati e obsoleti e non incontrano più le esigenze dei consumatori i quali, sempre più numerosi, approfittano delle offerte e delle promozioni presenti tutto l’anno sul web attraverso i negozi online" aggiunge Donzelli.

Secondo Il Codacons è quindi il momento di abolire i saldi stagionali una volta per tutte, lasciando ai commercianti la libertà di scegliere come e quando praticarli, scontando la propria merce senza lacci e limitazioni, in modo da incentivare gli asfittici acquisti e per dare sostegno alla ripresa del commercio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail