Gdf: 3.300 evasori totali scoperti nei primi 5 mesi dell'anno

guardia-di-finanza.jpg

Aggiornamento ore 11:50 - "Sempre più va evidenziato il delicato ruolo svolto dal corpo di polizia economico-finanziaria quale strumento di contrasto nei confronti delle elaborate minacce rivolte all'ordinato andamento delle attività economiche" ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella stamane nel giorno del 242esimo anniversario della nascita della Guardia di Finanza.

Nei primi cinque mesi del 2016 la Guardia di finanza ha scoperto 3.300 evasori totali, soggetti del tutto sconosciuti al fisco smascherando ben 840 società fantasma, costituite solo per sfuggire ai controlli dell'amministrazione finanziaria.

Le fiamme gialle hanno scoperto anche 220 casi di trasferimento indebito all’estero di redditi societari sequestrando circa 300 milioni di euro. La Guardia di finanza ha poi riscontrato danni erariali provocati da sprechi e malagestione di risorse pubbliche per 2 miliardi di euro.

Sempre nel periodo gennaio-maggio 2016 la Gdf ha individuato finanziamenti europei e nazionali illecitamente richiesti per un valore totale di 360 milioni di euro per 5.500 frodatori di risorse pubbliche, di cui 98 arrestati, e 1.850 indicati come responsabili di reati contro la pubblica amministrazione, dei quali 118 arrestati.

Inoltre sono stati sequestrati beni e patrimoni per 1,3 miliardi alla criminalità organizzata, 1.000 persone sono state denunciate per riciclaggio e 300 per autoriciclaggio. Sempre nello stesso periodo preso in esame i finanzieri hanno sequestrato 6 tonnellate di stupefacenti, arrestando 748 narcotrafficanti e 41 milioni di prodotti con marchi contraffatti.

Sono i principali numeri del primo bilancio della lotta all'evasione, all'elusione e alle frodi fiscali tracciato in occasione della celebrazione dei 242 anni di vita del Corpo, che si svolge questa mattina a Roma.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail