Canone Rai in bolletta a luglio, Consumatori: occhio ai possibili errori

canone rai 2016  da luglio novità

Con il mese di luglio quest’anno arriva il Canone Rai nella bolletta della luce, novità assoluta voluta dal governo contro gli evasori della tassa. Federconsumatori ne approfitta per invitare gli utenti a controllare le fatture in arrivo dopo il 1° luglio mettendoli in guardia da possibili errori: "Naturalmente auspichiamo che l'operazione avvenga senza intoppi, tuttavia l'enorme mole di dati che i diversi soggetti coinvolti hanno dovuto gestire ed integrare, rende possibili se non addirittura probabili errori e anomalie".

Rate canone Rai 2016 in bolletta

Federconsumatori raccomanda perciò di "controllare scrupolosamente la bolletta elettrica successiva al 1 luglio, in modo da verificare eventuali inesattezze. Ricordiamo che l'importo del canone è pari a 100,00 euro annui, suddivisi in 10 rate mensili da 10,00 euro ciascuna. Eccezionalmente per il 2016, nella bolletta recapitata da luglio gli utenti troveranno un addebito di 70,00 euro, corrispondente alle rate dei primi sette mesi dell'anno, mentre le tre rate mancanti verranno incluse nelle bollette dei tre mesi successivi".

Canone Rai e seconde case

Il canone Rai deve essere addebitato sulle sole utenze elettriche residenziali (tariffa D1, D2 e D3) ed è dovuto una sola volta per ogni famiglia anagrafica, cioè a dire che i proprietari di seconde case non devono pagare ulteriormente. Nel caso in cui due o più utenze residenziali siano intestate allo stesso utente, il canone viene addebitato sempre una sola volta: "in questi casi, comunque, consigliamo di modificare quanto prima in 'non residenziali' le forniture di luoghi non adibiti a propria residenza o dimora, comunicando la variazione all'azienda che eroga l'energia" spiega ancora l’associazione dei consumatori.


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail