Nulla la multa notificata dopo 90 giorni

multe nulle autovelox patente

Se la multa viene notificata dopo più di 90 giorni dalla contravvenzione è nulla, anche nel caso di contravvenzioni comminate con l’autovelox per eccesso di velocità. A riferire di una sentenza in tal senso del Giudice di Pace di Firenze è il portale giuridico-legale laleggepertutti.it.

In pratica se la violazione al Codice della strada non può essere immediatamente contestata, il verbale (contenente i dettagli della violazione, i dati dei soggetti coinvolti e perché non è stata possibile la contestazione immediata) deve pervenire al trasgressore entro 90 giorni dall’accertamento, ciò significa entro 90 giorni dall’infrazione.

Per i residenti all’estero invece la notifica deve essere effettuata entro 360 giorni. Solo se incidono fattori esterni, come la non immediata disponibilità di informazioni identificative indispensabili, è legittima la posticipazione della decorrenza del termine fissato per legge.

Nell’ipotesi in cui l’auto o il mezzo siano stati presi a noleggio o in leasing, ed è dunque necessaria una dichiarazione del proprietario sul nome dell’utilizzatore del veicolo, il termine di 90 giorni decorre dal giorno in cui l’amministrazione è in condizione di provvedere a individuare il trasgressore.

Bisogna quindi contare 90 giorni fra la data dell’infrazione e la notifica, ossia la materiale disponibilità dell’atto nelle mani dell’interessato e non la consegna alle poste. Per il conteggio dei 90 giorni, non può essere presa in considerazione la data della consegna da parte degli agenti del verbale ai messi notificatori, tale termine non è da considerarsi come un termine processuale ma come mero adempimento amministrativo, ricorda la Corte di Cassazione.

  • shares
  • +1
  • Mail