Perché scegliere un master: la formazione post laurea

Il mondo dei master, perché farlo e come scegliere quello giusto.



guida al master giusto

Un master post laurea è per molti l’ultimo gradino del proprio percorso di studi, magari per integrare un corso di laurea che si è rivelato poco spendibile sul mercato del lavoro e/o conseguendo una specializzazione disciplinare che faccia trovare più facilmente sbocchi. Ma non sempre salire quel gradino significa effettivamente dare il là alla propria carriera. Scegliere il giusto master può fare quindi la differenza in termini occupazionali, l’importante è scegliere quello giusto, o meglio quello più adatto a noi, coerentemente con la propria formazione, avendo le idee ben chiare su cosa si intende fare in futuro e su cosa offre effettivamente una certa formazione post laurea. Altrimenti il rischio è quello di passare un altro anno o due sui libri, spendendo ancora soldi in tasse e rette, sottraendo a noi stessi del tempo-opportunità e ritardando l’entrata nel mondo del lavoro.

Certo districarsi tra i duemila e più master organizzati annualmente dalle Università, da altri enti pubblici e privati non è semplicissimo, il mondo della formazione post laurea è ampio e variegato, dall’offerta formativa al numero di anni fino ai costi. Ci sono master annuali e biennali, di I e II livello (per lauree rispettivamente triennali e specialistiche), che si avvalgono di partnership internazionali e non. I costi poi sono parecchio variabili a seconda del prestigio dell’Istituto che li organizza, dell’ambito disciplinare, se si fa in Italia oppure all’estero e così via.

Ma allora come scegliere il master giusto? Per farsi un quadro preliminare può essere utile il sito del Censis o una della tante guide al mondo dei master con i relativi sbocchi sul mercato del lavoro. Diciamo subito che un master degno di questo nome deve avere innanzitutto valore “accademico” al di là dell’ente che lo organizza; di certo un master all'estero renderà un dato curriculum più interessante per il potenziale datore di lavoro.

Si può partire consultando l’offerta formativa presente nelle università più vicine a noi, spulciando tra gli insegnamenti collegati alla facoltà di riferimento, a meno che non si voglia cambiare ambito perché si pensa di trovarsi davanti al master della svolta: la decisione va ponderata dopo aver ben chiare le competenze che il percorso post laurea potrebbe dare, la qualità del corpo docenti, le professionalità che eventualmente certificherebbe, privilegiando magari i master a orientamento maggiormente pratico.

L’Università Cattolica di Milano ad esempio organizza un master di I livello nel settore Tecniche di gestione e negoziazione applicate alle vendite, cui Blogo collabora. Il corso, organizzato presso l’interfacoltà di Economia, Lettere e Filosofia, si propone di formare account manager e sales manager, rispettivamente il responsabile della gestione dei clienti chiave dell‘azienda e il responsabile dell’analisi dei mercati, della domanda, della pianificazione delle vendite e della gestione delle forze di vendita. Ruoli focali in un’impresa che nessuna macchina potrà mai sostituire.


Il master in Account e Sales management, Tecniche di gestione e negoziazione applicate alle vendite è realizzato in collaborazione con Almed (Alta Scuola in media, comunicazione e spettacolo), Centrimark, Centro di Ricerca di Marketing e Blogo.it in qualità di partner.

“La competizione odierna tra i brand per conquistare il mercato è sempre più evidente. Questa sfida complessa e impegnativa rende ancora più cruciale la gestione del patto fiduciario all’interno delle relazioni di business che si vengono a creare fra le imprese, prime tra tutte tra brand, fornitori di servizi e reti di vendita. Ė proprio in questo particolare contesto di mercato che si inserisce il Master in Account e Sales Management (...). Esso si propone di fornire una preparazione professionale nel comparto delle vendite, unendo competenze economiche, comunicative e psicologiche.

 Il Master mira a rispondere alle attuali richieste del mercato del lavoro nel settore delle vendite dove si ricercano nuove figure professionali in grado di attivare relazioni produttive, empatiche e di lunga durata e si avvale della collaborazione di aziende e di realtà di rilievo”

spiega Mariagrazia Fanchi, direttore del Master Account e Sales Management.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail