Opec annuncia riunione: prezzi dei carburanti in aumento (benzina +2 cent)

prezzo petrolio previsioni benzina ferragosto

Prezzi dei carburanti in salita dopo i ribassi dei giorni scorsi che avevano fatto pensare se non altro a una tregua dei prezzi nel weekend-ponte che porterà a ferragosto. Il fatto è che i mercati internazionali dei prodotti petroliferi, così come il prezzo del petrolio, sono in deciso aumento in seguito alla solo annunciata riunione dell'Opec (il cartello dei paesi produttori di greggio) di fine settembre prossimo.

Il market leader Eni si è mosso aumentando oggi i prezzi raccomandati di benzina (+2 centesimi) e gasolio (+1 centesimo). I prezzi praticati sul territorio invece risultano ancora in lieve calo sull'onda lunga dei ribassi della settimana scorsa, ma i rialzi di oggi, c'è da giurarci, saranno presto recepiti dalle altre compagnie.

Secondo la consueta elaborazione di "Quotidiano Energia" dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all'Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self service della verde è pari a 1,425 euro al litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,418 a 1,440 euro al litro, pompe bianche a 1,408 euro.

Per il diesel il prezzo medio è pari a 1,272 euro al litro, con le compagnie che praticano prezzi tra 1,265 e 1,290 euro al litro, no-logo a 1,252 euro. In modalità servito il prezzo medio praticato della benzina è di 1,533 euro al litro, con le diverse compagnie che passano da 1,494 a 1,606 euro al litro, pompe bianche a 1,440.

Per quanto riguarda il diesel il prezzo medio è di 1,384 euro al litro, con oscillazioni tra 1,344 e 1,460 euro litro presso le diverse compagnie, no-logo a 1,284 euro. Il prezzo del Gpl invece va da 0,533 a 0,554 euro al litro, pompe bianche a 0,522 euro.

Vota l'articolo:
4.17 su 5.00 basato su 6 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail