Truffa ai contribuenti con finta lettera dell'Agenzia delle entrate

false lettere agenzia entrate

Ennesimo tentativo di truffa ai danni dei contribuenti. È l'Agenzia delle entrate a mettere in guardia spiegando che nei giorni scorsi alcuni cittadini residenti nel Lazio hanno ricevuto una falsa lettera di richiesta di chiarimenti da parte dell'amministrazione finanziaria che parlava di controlli automatizzati delle dichiarazioni e di accertamenti tramite redditometro.

In una nota l'Agenzia delle entrate spiega che la lettera riproduce quelle ufficiali delle Entrate con tanto di logo e riproduzione della firma di un dirigente.

Nella missiva si chiede ai contribuenti di regolarizzare la propria posizione versando una somma superiore a 4.000 euro attraverso un conto corrente postale o un bonifico bancario intestato a una società denominata GE.RI.

L’Agenzia delle entrate, oltre a precisare che non si tratta di comunicazioni ufficiali da parte dell’Amministrazione, ricorda che non chiede mai pagamenti tramite conto corrente postale o bonifico bancario, ma solo con l’utilizzo dei modelli di pagamento F23 o F24.

L'amministrazione finanziaria invita quindi i destinatari a denunciare il tentativo di truffa rivolgendosi sia presso gli uffici delle Entrate sia presso le forze di polizia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail