Harley-Davidson multata per 15 milioni di dollari: marmitte inquinanti

multa-harley.jpg

Harley-Davidson l'azienda-mito statunitense che produce motociclette, è stata sanzionata per 15 milioni di dollari per aver venduto marmitte inquinanti, le cosiddette super tuners.

Il Dipartimento di giustizia americano e la US Environmental Protection Agency (EPA) hanno trattato e raggiunto un'intesa con Harley-Davidson che obbliga l'azienda fondata nel lontano 1903 a bloccare con effetto immediato la vendita di marmitte illegali che fanno salire l'inquinamento atmosferico e non rispettano i livelli di emissioni previsti dal Clean Air Act, quindi minacciano la salute pubblica.

Harley-Davidson pagherà 12 milioni di dollari di multa e spenderà 3 milioni di dollari per ridurre l'inquinamento atmosferico mettendo in atto un progetto di sostituzione delle marmitte inquinanti.

"Data la rilevanza di Harley-Davidson nel settore, questo è un passo molto significativo verso l'obiettivo di fermare la vendita di dispositivi illegali che causano inquinamento nocivo sulle nostre strade e nelle nostre comunità " ha detto il procuratore generale John C. Cruden a capo della della Divisione Ambiente e Risorse naturali del Dipartimento di giustizia.

"Chiunque altro che produce, vende, o installa questi tipi di prodotti illegali dovrebbe stare attento alle azioni correttive di Harley-Davidson e interrompere immediatamente di violare la legge" ha aggiunto Cruden.

Secondo i dati in possesso dell'EPA Harley-Davidson ha prodotto e venduto circa 340.000 marmitte illegali che fanno aumentare le emissioni di idrocarburi e ossidi di azoto (NOx) prodotti dalle moto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail