Padoan: non abbiamo chiesto altra flessibilità sui conti all'UE

Pier Carlo Padoan - Ecofin

L'Italia non ha chiesto all'Europa ulteriore flessibilità suoi conti pubblici. A precisarlo è oggi il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan dopo l'incontro bilaterale con il commissario Ue all'economia Pierre Moscovici: "Non c’è stata nessuna richiesta esplicita di flessibilità, perché come sappiamo la flessibilità è stata concessa già all’Italia che ha tutto il diritto di ottenerla, ma non è previsto al momento nessuna estensione della flessibilità ad anni successivi".

Padoan ha partecipato dell’Ecofin informale di questa mattina Bratislava. La frenata dell’economia mondiale - ha detto il ministro - grava sulle stime di crescita e sui conti ma questo non significa che la prossima Legge di Stabilità sarà all'insegna dei tagli: "Ora si investe, bisogna trovare un accordo sulla flessibilità aggiuntiva con le istituzioni europee. Intanto seguiamo le regole ma ci sono anche regole che potrebbero essere migliorate".

La riunione dell'Ecofin (cioè dei ministri finanziari dei vari governi) ha fatto "passi avanti importanti" ha aggiunto Padoan per rimettere l’occupazione e la crescita al centro delle politiche Ue. Ai giornalisti il ministro italiano ha spiegato di aver parlato con gli omologhi europei di forme di "sostegno alla crescita", tra cui un ampliamento del piano Juncker sugli investimenti: "Un tema generale che ha un po’ attraversato tutto il dibattito è cosa debba costituire una priorità per rafforzare la federazione europea, direi che la risposta, rispetto a qualche mese fa, è che si debba fare di più sul fronte dell’occupazione e del lavoro oltre che dell’integrazione bancaria e finanziaria, è un’idea che si sta affermando".

"Da tempo ha l’unione monetaria è un forte elemento di stabilità e deve essere a sostegno di crescita e occupazione, bisogan dunque stabilire regole più semplici con un orizzonte di medio e termine e rafforzare il raccordo con le riforme strutturali" ha concluso il ministro. Insomma un altro vertice europeo in cui si è deciso poco o nulla ma si sono poste le basi per policy future.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail