MPS crolla in borsa nel giorno di Morelli: la banca vale solo 550 milioni

MPS Bank Former Management Fined Five Million Euros

Banca Monte dei Paschi di Siena crolla in borsa per una giornata più nera della pece. Il titolo ieri è dannato sotto i 20 centesimi toccando i nuovi minimi storici nel giorno dell'insediamento del nuovo amministratore delegato Marco Morelli.

La seduta di Piazza affari del 20 settembre è stata critica per tutto il settore bancario ma la maglia nera è risultata essere proprio banca MPS. Rocca Salimbeni ha archiviato la giornata in calo del 6,4% a 0,1872 euro, per una capitalizzazione che scivola in area 550 milioni.

Il nuovo ceo ha il difficilissimo compito di racimolare qualcosa come 5 miliardi di capitale per riportare i parametri patrimoniali dell'istituto in linea, dopo aver fatto pulizia delle sofferenze. Intanto secondo "Il Sole 24 Ore" l'approvazione del piano industriale potrebbe slittare oltre la scadenza precedentemente fissata entro fine settembre.

Il viceminsitro all'Economia, Enrico Morando, ha gettato acqua sul fuoco: "siamo fiduciosi sulla possibilità che MPS riesca ad attuare il piano che si è dato, noi abbiamo partecipato insieme ad altri soggetti alla creazione di un contesto favorevole perché possa riuscire. Il nostro orientamento rimane questo: la banca è solida e in grado di affrontare le difficoltà e anche il cambio del gruppo dirigente deve essere valutato in questo contesto".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail