Tfr: ancora un giorno di tempo. Le prime stime provvisorie

nonnini Meno di 24 ore e scade il tempo a disposizione per la scelta sulla destinazione del Tfr.
Tenerselo o cederlo a una previdenza complementare?
L’Italia è spaccata in due, ma già si possono fare delle stime approssimative: il 65% dei lavoratori ha deciso di destinare il proprio fondo pensione in azienda per il semplice fatto che, almeno in futuro, hanno la possibilità di poter ancora decidere se cederlo ad un fondo pensionistico o tenerlo ancora in azienda, invece chi decide già ora di cederlo ad una previdenza complementare poi, in futuro, non può più tornare indietro. Per le aziende con un numero inferiore di 50 dipendenti e per chi decide di non spostare il Tfr, il trattamento continua a essere gestito dal datore di lavoro, mentre per le aziende con almeno 50 dipendenti e per coloro che non decidono di spostare il Tfr la liquidazione di fine rapporto verrà versata ogni mese dal datore di lavoro al fondo tesoreria gestito dall’Inps. Una volta concluso il rapporto di lavoro, Tfr verrà liquidato al dipendente, come nel passato.
Ma non mancano nemmeno coloro che non prendono una decisione: le persone che non prenderanno una posizione sul proprio Tfr, secondo le previsioni di Gfk Eurisko- Assogeni, sono circa un milione. La non-decisione comporta l’applicazione automatica delle regole del silenzio-assenso. Ma cosa comporta il silenzio assenso? Per le persone che non decidono si prevede che il Tfr non resta in azienda ma va al fondo negoziale previsto dal contratto collettivo applicabile al rapporto di lavoro o nel fondo identificato con accordo aziendale, o in mancanza di uno di questi, a FondInps ( fondo di previdenza complementare “residuale”).
Per coloro che invece decidono a chi destinare il proprio Tfr devono compilare il modulo Tfr1 o Tfr2 e consegnarlo al proprio datore di lavoro. Sempre lo tesso studio, fa sapere che il 70% dei moduli non sono stati ancora riconsegnati.
Ormai a questo punto bisogna decidersi: non si ha più tempo. Domani, infatti, è l’ultimo giorno e per tutti i lavoratori, è arrivato il momento di prendere una decisione.
In bocca al lupo!

  • shares
  • +1
  • Mail