Istat: economia italiana debole nei prossimi mesi. OCSE taglia stime PIL

istat economia italiana rallenta

Mentre anche l'Ocse lima la stima di crescita del PIL italiano 2016 (a +0,8%) e il governo insiste con la sua previsione dell'1% - che sarebbe "realizzabile" nonostante molti tecnici e osservatori qualificati la considerino troppo ottimistica -, l'Istat informa che l'economia italiana girerà ancora con il freno tirato nei prossimi mesi.

"I dati più recenti sull'economia italiana delineano uno scenario di persistente debolezza dei livelli di attività economica" scrive l'Istat nella nota mensile di settembre. L'indice composito anticipatore dell'economia "segna nell'ultimo mese l'ottava variazione negativa consecutiva" e suggerisce "per i prossimi mesi un proseguimento della fase di debolezza".

Do positivo c'è, sempre secondo l'Istituto nazionale di Statistica, che "il settore manifatturiero ha evidenziato lievi miglioramenti mentre le famiglie hanno incrementato i loro risparmi. I prezzi al consumo sono tornati ad aumentare dopo sette mesi. Inoltre la revisione del Pil del secondo trimestre ha portato a correggere al rialzo la variazione congiunturale degli investimenti fissi lordi, risultata pari a +0,2% (rispetto a -0,3% della stima precedente).

Ciò nonostante nel mese di settembre il clima di fiducia dei consumatori ha mostrato la seconda flessione di fila mentre "le aspettative delle imprese sono risultate in miglioramento" ma non oltre i "livelli dello scorso giugno". Del resto il quadro internazionale non aiuta visto che "prosegue la fase di decelerazione degli scambi mondiali e di rallentamento dell'attività economica nell'area euro" spiegano ancora dall'Istituto nazionale di statistica.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail