Amatrice: 500 euro al mese a chi non può produre reddito

500 euro al mese per un massimo di sei mesi per tutti i commercianti, i professionisti e i lavoratori del territorio di Amatrice che dopo il terremoto del 24 agosto non sono più nelle condizioni di produrre reddito. Per accedere al contributo pubblico gli interessati dovranno iscriversi a una short list che sarà poi analizzata dai funzionari del Comune di Amatrice. L'ente locale finanzierà i contributi con fondi propri.

Il tutto aspettando che si aprano le nuove zone commerciali, artigianali e agricole provvisorie per tornare a lavorare. Le linee guida del regolamento in sostegno dell'economia locale sono state approvate ieri sera dal consiglio comunale di Amatrice, nella prima assise post sisma.

Il provvedimento prevede un supporto economico ai commercianti, agli esercenti e ai professionisti di Amatrice che hanno perso le loro attività e il lavoro in conseguenza dei danni provocati dal terremoto. Il sostegno sarà per un massimo di sei mesi, il tempo necessario alla prima fase della ricostruzione, che il sindaco Sergio Pirozzi definisce "Amatrice ponte".

La raccolta fondi diretta effettuata dal comune di Amatrice attraverso un conto corrente istituzionale è arrivata a 4 milioni di euro circa.

  • shares
  • +1
  • Mail