Referendum: Bankitalia prevede instabilità azionaria

Palazzo Madama Senato sanatori equitalia

Secondo Bankitalia il referendum "costituzionale" del 4 dicembre prossimo, ultima di una serie di consultazione elettorali nei paesi occidentali, porterà una certa tensione sui mercati azionari, con Piazza affari che sarà bersagliata dalla volatilità.

"Gli indicatori segnalano un forte aumento della volatilità attesa per il mercato italiano a ridosso della prima settimana di dicembre, in corrispondenza con il referendum sulla riforma costituzionale".

Nel "Rapporto sulla stabilità finanziaria" i tecnici di Palazzo Koch scrivono anche che resta elevata la differenza tra la volatilità implicita del mercato azionario italiano e quella dell'eurozona, volatilità calcolata sulle opzioni e sugli indici azionari.

Bankitalia sottolinea che l'indicatore del mercato azionario si è impennato nella seconda parte del 2016 e che il voto in Usa che ha portato all'elezione di Donald Trump ha fatto già salire i rendimenti dei bond privati e lo spread Btp/Bund.

Ricordiamo che quello del 4 dicembre è un referendum confermativo per cui non occorre raggiungere nessun quorum affinché la consultazione sia valida.

  • shares
  • +1
  • Mail