Telefonia: roaming UE addio da giugno

roaming abolito giugno 2017

Roaming abolito per i consumatori europei da metà giugno prossimo. Parlamento, Consiglio e Commissione UE hanno finalmente raggiunto l'accordo sui prezzi all'ingrosso che gli operatori telefonici applicano tra loro per offrire appunto i servizi di roaming. Così la fine dei costi aggiuntivi quando si va all'estero sarà realtà non oltre il 15 giugno 2017. Così le tariffe all'ingrosso saranno inferiori del 90% rispetto alle attuali con gli operatori che potranno offrire il roaming ai loro clienti senza aumentare i costi delle telefonate nazionali.



Secondo l'intesa, il 15 giugno 2017 il tetto dei prezzi all'ingrosso
calerà, dagli attuali 50 euro a Gigabyte, a 7,7 per GB; poi dall'1 gennaio 2018 il tetto sarà di 6 euro a Giga, dall'1 gennaio 2019 4,5 euro/GB, dall'1 gennaio 2020 3,5 euro/GB, dall'1 gennaio 2021 3 euro/GB e dal 1 gennaio 2022 2,5 euro/GB.

Si tratta di un tetto molto più basso di quello inizialmente proposto dalla Commissione UE (8,5/GB); in base all'accodo le aziende dovranno investire nelle reti 5G di ultima generazione (5G): "Era l'ultimo pezzo del puzzle. Dal 15 giugno, gli europei potranno viaggiare nella Ue senza tariffe roaming e gli operatori potranno continuare a competere per fornire le offerte più attraenti per i loro mercati nazionali "ha spiegato Andrus Ansip, commissario UE al digitale.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 126 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO