Debito pubblico record e inflazione in frenata

debito pubblico

I dati macro diffusi oggi dall’Istat e da Bankitalia parlano di un debito pubblico record che ha sfondato ad aprile il tetto dei 2.270 miliardi di euro, a quota 2.270,4 miliardi, in crescita di 10,1 miliardi sul precedente mese di marzo.

Nel documento Finanza pubblica, fabbisogno e debito Bankitalia spiega più in dettaglio che il debito della amministrazioni centrali dello Stato è salito di 9,6 miliardi, quello delle amministrazioni locali di 0,5 miliardi e il debito degli enti di previdenza è rimasto stabile.

In aumento nei primi quattro mesi del 2017 sono anche le entrate (domani scade il tremore per l’acconto Tasi e Imu) che si sono portate a quota 120,9 miliardi, +2% rispetto al primo quadrimestre dell’anno scorso.

L’inflazione è invece in calo a maggio 2017, per un indice nazionale dei prezzi al consumo giù dello 0,2% su base mensile ma in aumento dell'1,4% su base tendenziale, rispetto cioè a maggio del 2016.

La variazione mensile negativa è ascrivibile quasi del tutto al calo dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (-2,2%) che risentono dell'effetto di fattori stagionali opposti a quelli che ne avevano determinato il loro aumento ad aprile, tra Pasqua e Festa della liberazione.

In questo quadro l'inflazione acquisita per il 2017 si attesta a +1,2% mentre i
prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona - il carrello della spesa - crescono dello 0,1% mensile e dell'1,6% annuo (dal +1,8% di aprile).

Vota l'articolo:
4.33 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO