Equitalia soppressa, tutto trasferito ad Agenzia Entrate-Riscossione

Agenzia Entrate-Riscossione

Equitalia dal 30 giugno 2017 cessa di esistere: abolita, soppressa dal decreto fiscale 193/2016, convertito poi nella Legge 225/2016. Tutti i debiti, le cartelle esattoriali, gli altri rapporti pendenti e le cause in corso vengono così trasferiti ad Agenzia delle Entrate-Riscossione che diventa in sostanza la nuova Equitalia.

Cartelle esattoriali e debiti pendenti con Equitalia anche relativi a tasse locali come Imu, Tasi e Tari, saranno quindi da corrispondere all'Agenzia delle Entrate-Riscossione. Il cambio di soggetto non cancella insomma cartelle e debiti. Chi ora si trova con una cartella di pagamento di Equitalia, o chi ha un piano di rateizzazione in corso, dovrà corrispondere il dovuto ad Agenzia delle Entrate-Riscossione.

I benefici per i debitori del passaggio di testimone Equitalia-Agenzia Entrate-Riscossione? Nessuno, se si esclude la cosiddetta rottamazione delle cartelle inevase, una mini sanatoria su interessi di mora e sanzioni.

Agenzia delle Entrate-Riscossione avrà più poteri della vecchia Equitalia che potrà usare i dati e le informazioni già in uso all'Agenzia "anche ai fini dell'esercizio delle funzioni relative alla riscossione nazionale". Il questo quadro di inserisce la possibilità di pignoramento diretto del conto corrente, da luglio 2017.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO