Statali, il licenziamento disciplinare è legge

Licenziamento disciplinare statali

Il licenziamento disciplinare per gli statali è realtà dopo che il Consiglio dei ministri ha dato il via libera definitivo a un decreto legislativo (d.lgs) che attua la legge di riforma della pubblica amministrazione, integrandone alcune parti.

Su proposta del Ministro della pubblica amministrazione Marianna Madia il Cdm ha approvato il d.lgs contenente le modifiche sul licenziamento disciplinare dopo aver accolto i pareri parlamentari e della conferenza Stato-Regioni e Unificata in merito all’introduzione di un obbligo di carattere generale per le pubbliche amministrazioni relativo alla comunicazione all’Ispettorato per la funzione pubblica dell’avvio e della conclusione dei procedimenti disciplinari (e dei risultati delle verifiche).

In modo da svolgere un efficace e tempestivo monitoraggio, gli atti di avvio e conclusione del procedimento disciplinare, così come l’eventuale provvedimento di sospensione cautelare del dipendente, devono essere comunicati telematicamente dall’ufficio competente di ogni amministrazione e all’Ispettorato per la funzione pubblica non oltre venti giorni dalla loro adozione.

Vota l'articolo:
4.02 su 5.00 basato su 52 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO