Samsung, vice presidente condannato per corruzione

Il vice presidente ed erede designato Lee Jae-yong dovrà scontare cinque anni di carcere

untitled-design.png

In Corea del Sud lo hanno definito il processo del secolo e probabilmente per quelle latitudini lo è veramente. Lee Jae-yong vice presidente della Samsung ed erede designato dell’impero è stato condannato a cinque anni di carcere per corruzione. I giudici hanno appurato che per ottenere la fusione tra due delle sessanta aziende che formano la galassia Samsung ha versato almeno 38 milioni al governo della presidentessa Park.

La corruzione è solo l’accusa principale mossa dalla procura di Seul, le altre sono: appropriazione indebita, trasferimento illegale di fondi all’estero, occultamento delle prove e falsa testimonianza. Il processo è solo la prima parte di questo enorme scandalo, a ottobre verrà celebrato quello che vedrà sul banco degli imputati la presidentessa Park.

La condanna di Lee Jae-yong mette un punto di domanda anche sul futuro del colosso coreano che proprio in questi giorni sta presentando il nuovo Galaxy Note 8 e festeggia un rendimento trimestrale da dieci miliardi di dollari. La fusione delle due aziende avrebbe consentito al vice presidente di assicurarsi il controllo su tutto l’impero.

Probabilmente una mossa tanto azzardata quanto inutile visto che da anni è visto come il successore del padre e presidente Lee Kuhn-ee che giace in un letto di ospedale. In coma o secondo alcuni già morto. Un ruolo centrale nel processo di ottobre lo avrà anche Choi Son-il, detta la sciamana, l’architetto del sistema di mazzette, passate per le sue associazioni equestri, alla base dell’accusa di corruzione.

Uno dei magistrati della procura, Yang Jae-Sik, ha fin dall’inizio battuto sull’accusa di corruzione. Un’accusa che, visto il risultato del primo processo, rischia di mettere in ginocchio la Corea del Sud molto più delle minacce provenienti dalla Corea del Nord.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO