Pensione delle mamme, Boeri: niente scorciatoie

pensione mamme

Requisiti di età e pensione delle donne lavoratrici e mamme: meglio se resta tutto com’è. Niente "scorciatoie", meglio "evitare" di intervenire, con un ritocco al ribasso, sui requisiti anagrafici per la "pensione mamme". La bocciatura arriva dal numero uno dell’Inps Tito Boeri: l’importo dell’assegno sarebbe più basso.



L’ipotesi circolata tra governo e sindacati di un taglio dei requisiti di età per l'accesso alla pensione per le lavoratrici con figli, non piace a Boeri anche perché il datore di lavoro potrebbe approfittarne e"sfruttare la possibilità di fare uscire anticipatamente le donne con figli per ridurre la forza lavoro, obbligandole a prendere una pensione molto bassa per il resto della loro vita".

Pensione mamme: niente scorciatoie

Accorciare l’eta per l’accesso alle pensione mamme secondo il presidente dell’Istituto nazionale di previdenza, come riferisce l’Ansa, comporterebbe due rischi: andare in pensione con pochi contributi, e quindi in un sistema pienamente contributivo con un assegno decisamente basso, introdurre una discriminazione tra donne che hanno avuto figli e altre che non ne hanno avuti. Boeri ha poi sottolineato, intervenendo al Forum nazionale Valore D, che il problema per le donne lavoratrici è che sono "frequenti le discontinuità nella carriera lavorativa" discontinuità che creano pensioni "molto basse".

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO