Novità per i pagamenti con bancomat e carte di credito

novità bancomat e carte

Novità per i pagamenti bancomat e con carte nella bozza di decreto legislativo licenziata nelle scorse ore dal Consiglio dei Ministri che recepisce la direttiva UE 2015/2366 relativa ai servizi di pagamento nel mercato interno. Il tutto, come recita la direttiva, al fine di "una maggiore efficienza, possibilità di scelta e trasparenza nell’offerta di servizi di pagamento, rafforzando al tempo stesso la fiducia dei consumatori in un mercato dei pagamenti armonizzato a livello Ue".

Le novità bancomat e carte per il cliente si concretizzano essenzialmente nella fissazione di nuovi limiti alle commissioni interbancarie connesse ai pagamenti con carte di pagamento e in maggiore tutela per i pagamenti non autorizzati.

Novità bancomat e carte di debito e credito

Per i pagamenti con carte prepagate e di debito la commissione interbancaria non può essere superiore allo 0,2% del valore di ogni singola operazione. Per i pagamenti con carta di credito tale limite non deve superare invece 0,3% del valore dell’operazione. Maggiore tutela per i consumatori anche in tema di pagamenti non autorizzati.

I clienti "beneficeranno ad esempio di un regime di responsabilità ridotta in caso di pagamenti non autorizzati, riducendo la franchigia massima a carico degli utenti da 150 a 50 euro". Inoltre per promuovere l’uso di strumenti di pagamento elettronici viene generalizzato e confermato il divieto di applicare sovrapprezzi "per l’utilizzo di un determinato strumento di pagamento".

Tra le altre novità su bancomat e carte previste dalle norme UE ci sono quelle relative alle commissioni interbancarie per le sole operazioni nazionali: per tutti i tipi di carte di pagamento le banche sono tenute ad applicare commissioni ridotte per i pagamenti di importo fino a 5 euro rispetto a quelle applicate alle operazioni di importo pari o superiore allo scopo di promuovere l’uso delle carte anche per questi pagamenti.

  • shares
  • +1
  • Mail