Rimborso fiscale, come funziona

rimborso fiscale

Come funziona e a chi spetta il rimborso fiscale? Come riscuotere il credito con lo Stato? Se si sono versate somme in eccesso superiori a 50 euro, dall'Agenzia delle Entrate Riscossione arriva una comunicazione in cui si spiega che si hanno tre mesi di tempo per andare allo sportello indicato per ritirare le somme versate in più al fisco oppure chiedere il rimborso tramite bonifico.

Se si fanno passare i tre mesi dall’arrivo della comunicazione sul rimborso fiscale, il credito non viene perso dal contribuente ma l'Agenzia delle Entrate Riscossione è obbligata a restituirlo all'ente che lo ha autorizzato. Il contribuente conserva comunque il diritto di ricevere il rimborso ma dovrà “chiederlo direttamente all'ente creditore”.

Invece nel caso di tributo pagato e poi annullato totalmente o parzialmente dall'ente creditore l'Agenzia delle Entrate Riscossione solitamente invita a ritirare il rimborso fiscale allo sportello o a fornire le coordinate bancarie per riceverlo con bonifico fatta eccezione per alcuni enti"che prevedono modalità" particolari "per ottenere il rimborso".

Intanto il Centro studi di Unimpresa spiega che in base al Def, presto oggetto di Nota di aggiornamento in vista della manovra finanziaria, ci sarà un aumento delle imposte pari a 3,2 miliardi (+0,66%).

  • shares
  • +1
  • Mail