Petrolio ai massimi da 2 anni: prezzi carburanti in aumento

prezzi dei carburanti

Prezzi dei carburanti in deciso rialzo alle colonnine di benzina e gasolio dopo che il prezzo del petrolio è schizzato ai massimi da due anni a questa parte. Il prezzo del Brent, il greggio di riferimento europeo, ha chiuso ieri oltre i 58 dollari al barile, in scia anche al netto il risultato del referendum sull’indipendenza del Kurdistan, zona rici!a di giacimenti petroliferi. I Si hanno stravinto, ma il referendum è stato dichiarato illegittimo e “incostituzionale” dal governo centrale iracheno e contro la consultazione ha tuonato anche il presidente turco Erdogan.

Tornando ai prezzi dei carburanti, secondo la consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, il market leader Eni ha fatto salire i prezzi consigliati di benzina e gasolio di 1 centesimo. I prezzi medi praticati dai gestori e comunicati all'Osservaprezzi del Ministero dello Sviluppo economico, rilevati alle 8 di ieri su 13mila impianti descrivono la seguente situazione, la benzina in modalità self service è a 1,521 euro al litro, prezzo invariati, pompe bianche a 1,497 euro; il prezzo del diesel si attesta invece a 1,366 euro al litro (+1 millesimo), no logo a 1,340 euro.

In modalità servito il prezzo medio della benzina è di 1,641 euro al litro (+1 millesimo), pompe bianche a 1,539 euro, mentre quello del diesel è di 1,488 euro al litro (+1 millesimo), no-logo a 1,382 euro. Infine il prezzo del Gpl è di 0,621 euro al litro (invariato), con le pompe bianche non oltre 0,605. Il metano va a 0,962 euro/kg (invariato), no-logo a 0,951 euro.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail