Nobel per l'economia 2017 all'americano Richard H. Taler - Video

Il Premio Nobel per l’economia 2017 va a Richard H. Taler, economista americano, professore dell’università di Chigaco, studioso dell'economia comportamentale. Si tratta di una branca della disciplina che impiega concetti e teorie della psicologia, per terrorizzare modelli di comportamento alternativi rispetto a quelli formulati dalla teoria economica tradizionale.

Taler come ha spiegato il comitato del Nobel: "ha incorporato ipotesi psicologicamente realistiche nell'analisi del processo decisionale economico”. Inoltre l’economista comportamentale ”ha sviluppato la teoria della contabilità mentale spiegando come le persone semplificano il processo decisionale finanziario, creando conti separati nella loro mente, concentrandosi sull'impatto immediato di ogni singola decisione piuttosto che sul suo effetto complessivo. Ha anche mostrato come l'avversione alle perdite può spiegare perché la gente attribuisce a un elemento un valore maggiore quando è in proprio possesso".

In sostanza “i contributi di Richard Thaler hanno costruito un ponte tra le analisi economiche e psicologiche del processo decisionale individuale. I suoi risultati empirici e le intuizioni teoriche hanno contribuito a creare il nuovo settore, in rapida crescita, dell'economia comportamentale, che ha avuto un impatto profondo su molte aree della ricerca e della politica economica” ha sottolineato ancora il comitato per il Nobel.

Nobel per l'economia 2016

Il nobel per l’economia era stato assegnato l'anno scorso ad altri due economisti che insegnano negli USA, Oliver Hart (britannico naturalizzato statunitense) e Bengt Holmström (finlandese e membro straniero della Reale Accademia delle Scienze di Svezia) per il loro "contributo alla teoria dei contratti", occupandosi tra l’altro della retribuzioni legate ai risultati dei top manager e delle privatizzazioni statali.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO